Consenso all'uso dei cookies

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Per maggiori dettagli leggi l'INFORMATIVA ESTESA. Accettando acconsenti all'uso dei cookies.

INFORMATIVA ESTESA

ItalianoEnglish
Trova articoli
Categorie
Speciali
DVD Metropolis
 Metropolis
Metropolis
Germania (1927) - B/N
Genere: Fantascienza
Regia: Fritz Lang
Cast: Gustav Fröhlich, Brigitte Helm, Alfred Abel, Rudolf Klein-Rogge, Fritz Rasp
 
4,90 €
Aggiungi alla wishlist
ARTICOLO NON DISPONIBILE
Questo articolo vale 1 punto per la tua raccolta punti promozionali

  Richiedi ulteriori informazioni su questo articolo
Ulteriori informazioni

Label: Ermitage  (Italia)
Condizioni: Nuovo
Area: 2
Sistema: PAL
Ratio: 4/3 - 1.33:1
Durata: 117
Dischi: 1
Confezione: Amaray
Metropolis -  Trama: 

Nel 2026 in una megalopoli a due livelli gli operai che lavorano come schiavi nei sotterranei sono incitati alla rivolta da un robot femmineo che riproduce le fattezze di una di loro, la mite e pia Maria. L'ha costruito uno scienziato al servizio dei padroni che vuole vendicarsi del potente John Fredersen, dominatore della città. La rivolta provoca un'inondazione che colpisce i quartieri operai finché, sollecitato da Maria, Freder, figlio di Fredersen....

Si tratta,probabilmente,del più importante esempio di film-precursore della cinematografia di fantascienza di tutti i tempi grazie alla sua portata estetica completamente innovativa(talmente elevata che i costi per la produzione mandarono in bancarotta la casa di produzione UFA).
Il regista Fritz Lang ammise,per la sua realizzazione,di essersi ispirato alla visione notturna della città di New York(per quanto riguarda la luminosità e la grandezza degli edifici)e questa ispirazione suona,a ben vedere,evidente a proposito dell'assoluta genialità della scenografia e degli effetti speciali che compongono la totalità del fascino di METROPOLIS.
Il film tenta la via della fusione stilistica tra il culto della"scienza tecnologica"e il"misticismo orrorifico letterario"e questa"mescolanza"la si può notare con il personaggio dello scienziato realizzatore della donna-robot che,simbolicamente,ricorda pesantemente il mito tedesco di un personaggio chiamato Faust.
Tra i vari temi affrontati(e mescolati insieme con una tecnica,a tratti,eccessivamente"audace")figura quello della venerazione del corpo femminile da parte dell'universo maschile(nella sequenza in cui il personaggio del robot appare come la personificazione della lussuria).

I clienti che hanno acquistato questo articolo hanno acquistato anche:
Ordine
Mostra il contenuto del carrello
Il carrello è vuoto
Accesso a My Kultvideo